Storia della manifestazione

ENOVITIS, vetrina internazionale della meccanizzazione nel vigneto

La coltivazione della vite in Italia risale all’epoca romana e già allora vi erano diversi tipi di vitigni e le modalità di conduzione della vigna erano differenti da regione a regione in base alla diversità del clima, a fattori legati al territorio e alle scelte del viticoltore.
Nei secoli la vite è sempre stata una buona fonte di reddito per l’agricoltura e ne ha seguito l’evoluzione con l’avvento della meccanizzazione che è arrivata anche nelle vigne durante il secolo scorso.
Nel 1997 per offrire alla viticoltura una vetrina specializzata a livello internazionale, dedicata alle macchine e alle attrezzature del comparto, è sorto ENOVITIS, Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, con un nome che sottolinea anche lo stretto rapporto tra la vite e il vino come principale sbocco di questa coltura.
Fino a quell’anno non esisteva in Italia una manifestazione fieristica organizzata in un quartiere fieristico di livello internazionale, come la Fiera di Milano, che fosse riservata alle sole macchine, attrezzature e prodotti per la viticoltura, in quanto queste macchine erano presenti solamente in fiere di carattere agricolo in modo minoritario tra altre attrezzature per l’agricoltura e senza avere un panorama merceologico completo dalle barbatelle fino alle macchine vendemmiatrici.
Inoltre la scelta di completare la presentazione fieristica dell’intera filiera, affiancando questo nuovo salone, dedicato a tutto quanto serve per la conduzione del vigneto, al Salone Internazionale Macchine per Enologia e Imbottigliamento (SIMEI) che si svolge dal 1963, ha consentito di offrire agli operatori vitivinicoli dei cinque continenti un unico appuntamento di livello mondiale per la conoscenza e l’acquisto delle più sofisticate tecnologie di produzione dalla vite alla bottiglia di vino.
Si è quindi creato un appuntamento biennale dove sono esposte dalle barbatelle alle macchine per la lavorazione del terreno, per l’impianto della vigna, per la regolazione della vegetazione, per i trattamenti fitosanitari, per la raccolta manuale o meccanica.
Dai 36 espositori della prima edizione del 1997 la rassegna fieristica si è sviluppata per arrrivare alle 111 aziende presenti all’edizione del 2011.
footer